Industria 4.0 e manutenzione predittiva [Scarica il PDF]

La manutenzione predittiva rappresenta uno dei concetti più interessanti tra i tanti legati all’Industria 4.0, ossia a quella che viene ormai unanimemente definita la quarta rivoluzione industriale. In particolare, la possibilità di prevedere con sempre maggiore precisione eventuali guasti o malfunzionamenti a carico di macchine e attrezzature si rivela di grande interesse per tutte le imprese che subirebbero un importante contraccolpo economico e produttivo all’interruzione temporanea della loro attività.

Si pensi ad esempio alle aziende che utilizzano macchinari ad alta precisione. Nelle fabbriche tradizionali, queste macchine sono sottoposte nella stragrande maggioranza dei casi a manutenzioni ordinarie programmate e assolutamente standardizzate, perché è pressoché impossibile – sia da un punto di vista economico che della mera predizione – garantire interventi ad hoc basati sulle caratteristiche specifiche della macchina, dell’ambiente di produzione o del materiale.

Nella pratica, questo tipo di approccio equivale all’assenza di informazioni in tempo reale sullo stato dei macchinari e dei loro diversi componenti, che può essere soltanto parzialmente risolta attraverso una manutenzione o sostituzione programmata di quegli elementi che, per esperienza, sono più soggetti a guasti e usura. Questo approccio non è, però, più sufficiente perché è in grado di prevenire malfunzionamenti soltanto nel 50% dei casi.

Al contrario, la manutenzione predittiva tipica dell’Industria 4.0 può minimizzare in modo sensibile le problematiche di cui abbiamo appena parlato, perché si basa sulla raccolta e sull’analisi dei dati automaticamente generati dai macchinari e finalizzati all’ottimizzazione dei processi produttivi.

In particolare, la manutenzione predittiva garantisce un’ampia serie di vantaggi: può effettuare diagnosi in real time dei diversi componenti e permettere la consultazione delle informazioni anche da remoto; può minimizzare i fermi macchina e ridurre gli scarti di produzione; può contribuire a rispettare i tempi di produzione e consegna dei pezzi; permette una più precisa e contestualizzata comprensione di cause ed effetti legati a ogni singolo step produttivo.

In termini pratici, le piattaforme produttive che utilizzano le strategie di manutenzione predittiva consentono interventi di manutenzione soltanto quando strettamente necessario, perché sono gli stessi macchinari a fornire informazioni precise relativamente all’autodiagnosi dei propri componenti e a inviare alert allo staff quando si verificano variazione sul comportamento ottimale. Se non opportunamente gestite, tali variazioni potrebbero causare guasti, malfunzionamenti o momentanee interruzioni dell’attività.

Per permetterti di comprendere tutte le potenzialità e i vantaggi della manutenzione predittiva nell’Industria 4.0, mettiamo a tua disposizione un contenuto dedicato che esplora il toolset necessario ad attingere a questi dati indispensabili, i benefit per l’azienda e alcuni esempi pratici di utilizzo di questa importante ottimizzazione dei processi industriali.

 

Inserisci la mail e scarica il pdf

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Dec.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196

Lucrezia Noli

Sono una Data Scientist specializzata nella modellazione di soluzioni di Analisi Predittiva. Mi prefiggo di aiutare il cliente dall’individuazione delle problematiche aziendali risolvibili grazie alla Data Science, fino alla messa in atto delle architetture ottimali per eccellere nell’industria 4.0. Sono anche formatrice e docente di corsi extracurricolari presso l’Università Bocconi di Milano.
Leggi la mia Biografia

Iscrivi alla newsletter






Dichiaro di aver letto ed accetto l’informativa sulla privacy

Lucrezia Noli

Sono una Data Scientist specializzata nella modellazione di soluzioni di Analisi Predittiva. Mi prefiggo di aiutare il cliente dall’individuazione delle problematiche aziendali risolvibili grazie alla Data Science, fino alla messa in atto delle architetture ottimali per eccellere nell’industria 4.0. Sono anche formatrice e docente di corsi extracurricolari presso l’Università Bocconi di Milano.
Leggi la mia Biografia