DataSkills è una realtà che opera a tutto campo nel mondo della data science

Self Service Business Intelligence

Nel normale processo di Business Intelligence, gli utenti devono affidarsi al personale IT per l’implementazione dei report e, prima ancora, dei cubi OLAP.

Ciò non solo causa ritardi a livello di decision making, ma può portare a un eccessivo sovraccarico di lavoro per l’IT. Se le richieste sono molte, le attività di implementazione e di manutenzione che il reparto IT riuscirà a portare a termine nei tempi desiderati dagli utenti saranno sempre meno, vi saranno ritardi che potrebbero far venir meno i benefici di un sistema di BI.


Per evitare una simile situazione, l’azienda deve cercare di adottare un modello di sviluppo di report, cubi e modelli analitici che consenta il veloce ottenimento delle informazioni.

La self service Business Intelligence è proprio questo: un modo per l’utente finale di ottenere le informazioni il prima possibile e nella maniera più semplice possibile.

Per ottenere un tale modello d’azione occorre che gli utenti e l’IT lavorino nella direzione di creare un ambiente che consenta agli utenti stessi di agire senza il supporto continuo del personale informatico.

La possibilità di navigare un cubo OLAP attraverso strumenti client flessibili e facili da utilizzare (pensiamo per esempio a Microsoft Excel e alla pivot table) consente di porre le basi per la creazione di report svolta direttamente dall’utente finale.

Esistono numerosi strumenti di reportistica che, dopo brevi sessioni di formazione, mettono in grado gli utenti di produrre report e pubblicarli sul portale aziendale di Business Intelligence.

L’utilizzo dei tool di Self Service Business Intelligence, unito alla solidità del data warehouse comporta decisi benefici all’azienda, che vede così aumentare il ROI della Business Intelligence, potendo diminuire il costo a carico del reparto IT.